+39 3484110558  
info@burgman.it

Scritto da Super User
Visite: 108
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Covid. Il calendario delle riaperture da oggi a luglio

Da oggi l'Italia riparte, almeno nelle zone gialle. Ci si potrà spostare liberamente tra regioni, riaprono bar e ristoranti e si torna a fare sport di contatto all'aperto. Ma dopo? Ecco tutte le tappe fino a luglio

Da oggi molte regioni italiane ritornano in zona gialla e nonostante i limiti e il coprifuoco, ritorna ad un'apparente normalità. 
Riaprono i ristoranti che possono servire pasti ai tavoli all'aperto (sia a pranzo che a cena con chiusura alle 22). Stesse regole anche per i bar dove continua ad essere vietata la consumazione al banco. Tavolate al massimo di quattro persone con eccezione per i conviventi. Vietato sostare o consumare davanti ai locali.

Da oggi si potrà andare anche al cinema a teatro e assistere ai concerti. Posti solo a sedere, prenotati e distanziamento di un metro. Le sale al chiuso potranno ospitare il 50% degli spettatori fino a un massimo di 500 persone (1.000 all'aperto). Nelle zone gialle riaprono anche i musei con ingressi contingentati e nel fine settimana solo su prenotazione. 

La novità però più macroscopica è la possibilità di spostarsi da una regione all'altra senza bisogno di certificati se le regioni di partenza e di arrivo sono gialle. Per quelle rosse e arancioni servirà il certificato verde che attesti la guarigione, la vaccinazione o la negatività di un tampone fatto nelle ultime 48h. Resta valida l'autocertificazione per motivi di lavoro, salute e urgenza.

Aumenta il numero di persone che potranno far visita a parenti o amici. Da due diventano quattro. Nelle zone gialle ci si può spostare anche al di fuori delle regioni, in zona arancione entro il proprio Comune, mentre in zona rossa le visite restano vietate. Permesso andare nelle seconde case se acquistate o affittate prima del 14 gennaio.

Via libera nelle regioni gialle per tutti gli sport di contatto all'aria aperta. Resta vietato l’uso degli spogliatoi. Tornano a scuola tutti gli studenti fino alla terza media. Per quanto riguarda le superiori, la presenza è garantita in zona rossa dal 50% al 75%. In zona gialla e arancione dal 70% al 100%. Anche l'Uniersità turna ad essere in presenza. 
 

15 MAGGIO 2021

Dal 15 maggio, solo nelle zone gialle apriranno anche le piscine all'aperto e in queste aree bar e ristoranti dovranno rispettare le stesse regole.
 

1 GIUGNO 2021

Se tutto procederà in sicurezza e da 1° giugno nei ristoranti e nei bar sarà possibile servire ai tavoli anche all'interno ma solo per il pranzo e fino alle 18. Obbligo di mascherina escluso nei momenti in cui si mangia.

In zona gialla sarà possibile tornare anche in palestra, ma solo con lezione prenotata e igienizzando gli attrezzi dopo ogni utilizzo e chiudendo i propri oggetti in buste di plastica, utilizzare la mascherina negli spazi comuni. Distanza di almeno due metri dagli altri.

Riaprono anche i palazzetti dello sport ma con capienza consentita al 25%. Numero massimo di 500 persone in strutture chiuse e mille in quelle all’aperto. 
 

15 GIUGNO 2021

Dal 15 giugno riaprono le fiere. Potranno partecipare anche espositori e visitatori dall’estero, ma dopo 5 giorni di quarantena per chi arriva da un Paese Ue e 14 da Stati al di fuori dell’Unione.

1 LUGLIO 2021

Ripartono anche convegni e congressi con percorsi differenziati per entrate e uscite, ingressi scaglionati e test per il personale agli stand.

Dal 1° luglio sarà consentito liberamente l’accesso alle terme e riaprono anche i parchi tematici e di divertimento, con protocolli che devono ancora essere messi a punto.

via moto.it

Categoria: