Burgman Club Italia

|
Scritto da Super User salvo
Visite: 157
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Lorenzo è tester Yamaha: "Ruolo adatto a me"

 

Yamaha ha annunciato oggi l'ingaggio del 5 volte Campione del Mondo Jorge Lorenzo quale test-rider ufficiale della MotoGP per Yamaha Factory Racing per la stagione 2020. Il 32enne majorquino, che si è ritirato dalle competizioni al termine dello scorso anno dopo una sciagurata stagione in Honda, ritorna così in seno alla squadra con cui ha conquistato tutti e 3 i suoi titoli iridati in Premier Class, nel 2010, 2012 e 2015.

Lorenzo ha debuttato in MotoGP con Yamaha nel 2008 trascorrendo poi un totale di 9 anni in sella al prototipo YZR-M1 prima di passare in Ducati per un paio di stagioni e poi concludere la sua carriera lo scorso anno con 12 mesi di anticipo sulla naturale scadenza del suo contratto con Honda (che lo ha poi rimpiazzato con Alex Marquez). In precedenza aveva conquistato anche due titoli della classe 250 cc con Aprilia.

 
 

Lorenzo tornerà in sella alla M1 in occasione dello shakedown della MotoGP a Sepang, in Malesia, in programma dal 2 al 4 Febbraio, subito prima della "tre-giorni" di test ufficiali che vedrà il ritorno in pista di tutte le squadre della classe regina (clicca qui per il calendario completo della pre-season).

L'asso spagnolo - che quest'anno sarà nominato MotoGP Legend - parteciperà anche ad altri test ufficiali IRTA e ad alcuni test privati ​​Yamaha previsti quest'anno per aiutare gli ingegneri Yamaha nello sviluppo della moto 2020. Almeno per il momento, non è prevista la sua partecipazione come wild-card ad alcuna gara del campionato, ma Yamaha ha già fatto sapere di essere aperta a questa possibilità, nel caso dovesse presentarsi.

Per il fuoriclasse spagnolo (che ieri ha visitato anche la sede dell'Inter, probabilmente dopo una visita al Quartier Generale Yamaha Racing a Gerno di Lesmo), questa soluzione è quella ideale per proseguire la sua carriera senza "allontanarsi troppo" dal paddock della MotoGP:

"Sono molto contento della decisione di tornare nel Yamaha Factory Test Team. Ho sempre pensato di voler rimanere coinvolto nella MotoGP e di tornare nel paddock, e penso che questo sia il ruolo adatto a me in quanto conosco bene la squadra e la M1. La Yamaha si adattava davvero al mio stile di guida e sarà molto interessante 'ritrovarmi di nuovo con la mia vecchia moto'."

"Il ritorno in Yamaha porta con sé alcuni bei ricordi: abbiamo ottenuto molti podi, molte vittorie e tre titoli insieme, quindi sappiamo quali sono i nostri reciproci punti di forza.

Nelle sue prime dichiarazioni da test-rider ufficiale Yamaha (nomina di cui si vociferava comunque da qualche tempo), Jorge Lorenzo ha ovviamente ringraziato la casa dei 3 diapason per l'opportunità che gli è stata offerta:

"Voglio ringraziare Yamaha per questa opportunità, perché questo mi permette di fare ciò che amo, cioè andare in moto e spingere al limite, godendo allo stesso tempo di uno stile di vita leggermente più calmo rispetto a quello degli ultimi anni."

"Mi sento molto motivato da questo nuovo lavoro e non vedo l'ora di iniziare a guidare. Voglio fare del mio meglio per il futuro della Yamaha e credo che la mia esperienza da pilota sarà utile agli ingegneri e ai piloti Yamaha per riconquistare il titolo."

 

via motoblog

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Categoria: /
Content